Scopri tutti gli eventi in città
Attualità
03 Novembre 2015

Cinema a tre euro? Ogni martedì di novembre

di
CONDIVIDI
stampa

Come ogni anno, novembre fa rima con cinema a prezzi scontati, grazie alla Regione Veneto, alla Federazione italiana cinema d’essai (Fice) delle Tre Venezie, all’associazione generale italiana dello spettacolo (Agis) delle tre Venezie, e grazie al sostegno di Alì Aliper. Infatti torna anche quest’anno l’iniziativa La Regione Veneto per il cinema di qualità. I martedì al cinema, che porta, per tutti i martedì di novembre, opere cinematografiche d'autore nelle sale d’essai aderenti alla Fice. Ogni settimana i film cambiano e il cartellone completo di tutte le proiezioni, che hanno un costo di 3 euro, sono consultabili su questo link.
Le sale padovane che aderiscono all’iniziativa sono quattro, per un totale di sette film diversi tra cui scegliere.

Il cinema Lux (via Cavallotti 9) propone per questo martedì 3 novembre, giorno di apertura della rassegna, il film Kreuzweg - Le stagioni della fede di Dietrich Brüggemann, vincitore dell’Orso d’argento per la miglior sceneggiatura al festival di Berlino nel 2014. Maria fa parte di una famiglia molto cattolica, ha 14 anni e vive la sua vita nel mondo moderno. Nonostante questo il suo cuore appartiene a Gesù, quindi vorrebbe consacrare la sua vita a lui, diventare una santa e andare in paradiso. Decide quindi di passare 14 stazioni, come fece Cristo nel suo cammino verso il Golgota.
L’opera viene proiettata in lingua originale alle 18.30, in italiano alle 21.30.

Al cinema Multiastra (via Tiziano Aspetti 21), alle 20.45 viene proiettato il film che ha vinto la Palma d’oro a Cannes nel 2015, Dheepan - Una nuova vita, il triller di Jacques Audiard. In fuga dalla guerra civile in Sri Lanka, un ex guerriero, una giovane donna e una bambina si fingono una famiglia. Vengono accolti come rifugiati in Francia, ma vanno a vivere in una periferia difficile. Nonostante si conoscano appena, i tre cercano di vivere in questo luogo ostile in armonia.

I film proiettati al Porto Astra (via santa Maria Assunta 20) sono due. Alle 17.05 spazio al cinema di animazione con il film campione d’incassi Inside out di Pete Docter. Protagoniste del film sono le emozioni della giovane Riley, una ragazza che si deve trasferire con la famiglia in una nuova città, che convivono nel centro di controllo della sua mente e guidano la sua quotidianità.
In doppia proiezione il drammatico di Marco Ponti Io che amo solo te, alle 20.10 e alle 22.25. I protagonisti, Riccardo Scamarcio e Laura Chiatti, sono due innamorati che decidono di sposarsi senza sapere che, prima di loro, anche i loro genitori si erano amati. Il loro matrimonio risveglia sentimenti sopiti e fa succedere di tutto.

I film in cartellone a tre euro al cinema Mpx (via Bonporti 22) sono tre. Alle 18.30 e alle 21.10 viene proiettata la commedia Belli di papà del regista Guido Chiesa. Vincenzo è vedovo, con tre figli ventenni, ma è anche un imprenditore di successo. I figli hanno sempre vissuto nell’agio e senza assumersi alcuna responsabilità. Il padre decide quindi di simulare una bancarotta e costringere tutti a trasferirsi in Puglia e fare ciò che non hanno mai fatto prima di quel momento: lavorare.
Alle 18.40 è il turno di The lobster di Yorgos Lanthimos, una storia d’amore non convenzionale, ambientata in un futuro distopico in cui ogni persona, secondo le regole della città, può essere arrestata e trasferita nell’Hotel. In questo posto ognuno è obbligato a trovare un compagno in 45 giorni, pena l’essere trasformati in un animale e liberati nel bosco. Un uomo riesce a fuggire dall’Hotel e ad unirsi ai solitari che vivono nel bosco. Proprio qui si innamora, nonostante sia contro le regole.
Alle 21.15, infine, si proietta il drammatico La legge del mercato, di Stéphane Brizé, con Vincent Lindon, vincitore della Palma d’oro a Cannes come miglior attore. Thierry, a 51 anni e dopo 20 mesi di disoccupazione, inizia un nuovo lavoro che lo porta a scontrarsi con un profondo dilemma interiore: cosa è disposto a sacrificare per non perdere il proprio lavoro?

La redazione consiglia:

Commenta ancora nessun commento, lascia tu il primo!

Per commentare devi loggarti!