Scopri tutti gli eventi in città
Trend
15 Gennaio 2016

Nuova vita ai libri che non ci piacciono più

di
CONDIVIDI
stampa

Il Natale ce lo siamo appena lasciati alle spalle. Oltre ai chili di troppo accumulati durante le feste, in un angolo nascosto della nostra casa si sono accatastati i regali più odiosi al mondo. Scartare i regali riempie i cuori di speranza e gioia fanciullesca che vengono clamorosamente distrutte quando ci accorgiamo che il dono appena ricevuto non si avvicina, nemmeno di un millimetro, alle nostre aspettative. A discolpa dell’imputato, in questo caso l’amico o il familiare che ci offre con occhi pieni di orgoglio il suo regalo, c’è da dire che tra i tanti oggetti che si possono regalare, i libri sono uno specchio per le allodole perfetto. Il detto “la fretta è una cattiva consigliera” è l’ideale in questa occasione. Entrare in libreria e pescare letteralmente a caso un libro è il metodo più sbagliato, anche regalare i manuali per risolvere qualsiasi cosa, peggio ancora i volumi di ricette, che nessun studente universitario fuori sede prenderà in considerazione quando si avvicina l’ora di cena. Cosa fare con questi libri poco graditi? Le possibilità sono due: venderli su Ebay o riciclarli per conferire loro una nuova vita, oltre che una dignità. Armatevi, quindi, di colla vinilica e forbici dalla punta arrotondata.

Portapenne alternativo. Questo modo di riciclare un libro vi porterà a creare non solo un utile portapenne ma anche vi darà la soddisfazione di strappare letteralmente le pagine del libro tanto disprezzato. Per realizzarlo, infatti, vi basterà sovrapporre tante pagine una sopra l’altra, se volete un po’ di movimento potete spostarne alcune dall’allineamento. Prima di incollarle però, dovrete creare in ogni pagina il posto per inserire, una volta uniti tutti i fogli, un bicchiere o un barattolo vuoto per le penne. In questo blog viene spiegato, in inglese, come realizzare il portapenne a costo zero.

Astuccio copertina. Ovviamente vi chiederete come utilizzare la copertina “avanzata” dal riciclo di prima. Ecco qui la soluzione: creare un astuccio con zip. Questo progetto è di un livello di difficoltà leggermente maggiore. Per prima cosa, il lavoro verrà meglio se la copertina del libro è rigida. Dopo averla privata di tutte le pagine, si può decorarla con ritagli di giornale, stoffa o colorarla con tempere acriliche. Ora arriva la parte difficile: per la chiusura dovremmo creare un’aggiunta con stoffa e zip. Per seguire tutte le istruzioni, si consiglia di seguire il tutorial presente nel sito Ideas2live4. Se siete senza fantasia, potete consultare questa pagina.

Vaso di fiori letterario. A Natale vi hanno regalato un libro che a voi non piace molto e uno dei tanti buoni propositi per l’anno nuovo è di incrementare il vostro pollice verde. Perché non unire questi due grandi momenti per creare un vaso per i fiori? A dir la verità, per questo oggetto sarebbero perfette le piante grasse, così non dovete nemmeno starci dietro più di tanto. Il procedimento è molto semplice: prendete un libro non tanto amato, ritagliate in mezzo alle pagine un rettangolo, rivestite lo spazio creato con la carta stagnola e il gioco è fatto. Vi basterà scegliere quale piantina grassa collocare dentro ed ecco fatto un bel angolo verde per la vostra casa.

Arte cartacea. Non si distrugge nulla, qui si creano opere d’arte. Con queste creazioni, riuscirete a nobilitare le pagine cartacee maltrattate da parole irragionevoli. Se volete diventare degli artisti provetti, potete cimentarvi nel creare degli origami all’interno delle pagine di libri. Questo tipo di lavoro richiede un po’ di tempo perché dovrete piegare pagina per pagina ma vi assicuriamo che l’effetto geometrico che si creerà sarà spettacolare.

La voglia di strappare le pagine non è ancora passata: provate a prendere una pagina e stampare sopra delle figure o foto in bianco e nero, ecco delle stampe originali da appendere in giro per casa. Nel caso invece che vogliate testare la vostra vena artistica con pennelli e colori, potete realizzare un quadro incollando sopra come in un collage delle pagine o parti di esse e, una volta asciutto, dipingere sopra scritte, figure o motivi geometrici.

Il riciclo è il metodo ideale per non lasciare in disparte quei libri che non ci sono piaciuti, creando così oggetti unici del suo genere. E se per caso l'amico vi chiede dov’è finito il libro che vi ha regalato a Natale, potete sempre dire che è stato mangiato dal cane.

Commenta ancora nessun commento, lascia tu il primo!

Per commentare devi loggarti!